................................................................................................................................................................................................................................................... Facebook Google+ Youtube .

2015-07-13T12:06:45+02:00

Il Villaggio Save the Children ad Expo 2015. Be the Change !

Pubblicato da Elsa
 

Non siete ancora stati all' EXPO o pensate di ritornarci ? Se è così non vi dovete assolutamente perdere il padiglione di Save the children. Una visita al Villaggio Save the Children è l'ideale soprattutto se si va con la famiglia e i bambini.

Il Villaggio Save the Children, è stato inaugurato alla presenza del Ministro Martina ed altre importanti personalità, con una suggestiva performance del Maestro Giovanni Allevi, ambasciatore di Save the Children, e un reading dell’attrice Anna Foglietta, testimonial dell’Organizzazione.

 

Il padiglione è aperto a famiglie, bambini, scolaresche e persone di ogni età ogni giorno dalle 10 alle 18,30 e sono previste anche alcune speciali aperture serali, a famiglie, bambini, scolaresche e persone di ogni età.

 

Il percorso procede all'interno attraverso istallazioni ed esperienze sensoriali ed interattive con cui i visitatori potranno identificarsi con la vita di un bambino nato e vissuto in contesti di povertà o emergenza e provare a cambiarla, “Be the Change”.
- Accoglienza : In questo ambiente si potrà assumere una nuova identità e “rinascere” in un altro luogo del mondo. Diventando un bambino nato in Mozambico, Etiopia, Siria, Liberia, India o Nepal, i visitatori possono conoscere le condizioni di vita in quei luoghi e affrontare le stesse difficoltà che quei bambini vivono quotidianamente.
- Nutrizione : In questa stanza si può vivere la propria “nuova identità” grazie ad un “archivio delle storie” che permette di confrontarsi con la vita reale dei bambini che, nonostante le difficoltà di nascere e crescere in luoghi dove ogni giorno si combatte per nutrirsi, grazie al lavoro quotidiano di Save the Children hanno potuto cambiare la loro vita.
- Malnutrizione : Decisamente l'area più interattiva del padiglione ci si potrà cimentare nel cambiare “virtualmente” la vita del bambino con il quale si è stati identificati. Attraverso l’istallazione “Storia a bivi”, infatti, in una sorta di gioco si è chiamati a “riscrivere” la propria storia virtuale in un percorso di scelte che possono determinare un diverso futuro.
- Emergenze : Qui il visitatore è proiettato in un contesto di emergenza, come emergenze sanitarie, climatiche o conflitti, e potrà immedesimarsi e riflettere su ciò che si prova a vivere in una situazione simile.

 

Anche nell’area verde, all’esterno del Villaggio, sarà possibile interagire con altre istallazioni come ad esempio conoscere e provare come funziona una pompa manuale per l’acqua, e visitare un orto comunitario, all’interno del quale si potranno apprendere le principali informazioni che riguardano il ciclo della produzione alimentare.

La campagna globale Every One lanciata nel 2009 è uno dei principali strumenti di Save the Children, per fermare la mortalità e malnutrizione in oltre 40 paesi del mondo. Solo nel 2014 attraverso questa iniziativa sono stati 9 milioni i bambini sotto i 5 anni raggiunti con programmi di nutrizione e 15 milioni quelli che hanno beneficiato, con le loro mamme.

 


Durante l'apertura del padiglione Save the Children è stato anche presentato il 16esimo rapporto sullo Stato delle Madri nel mondo.

Al primo posto per benessere materno-infantile, c'è la Norvegia, l'Italia è al 12° posto e la Somalia all’ ultimo. Da questo rapporto è risultato che i bambini poveri delle città hanno un rischio di mortalità infantile da 2 a 4 volte maggiore rispetto alla popolazione più benestante.
Il Villaggio sarà anche uno spazio catalizzatore di eventi, incontri e seminari, con il coinvolgimento di rappresentanti delle Istituzioni nazionali, europee e internazionali, di esperti, di scuole e università, di testimonial.

 



Per rimanere informati su tutti gli eventi vi invito a visitare la pagina facebook ufficiale http://expo.savethechildren.it/ o a seguire Save the children su Twitter @SaveChildrenIT .

Il 3 luglio, Save the Children è stata protagonista ad Expo dell’evento di alto livello “Starting from girls”nell’ambito dell’iniziativa Women for Expo, per promuovere con forza il ruolo delle giovani donne nel contrasto alla malnutrizione e alla mortalità infantile.

Nel calendario ufficiale di Expo Milano 2015, il 13 ottobre sarà per tutti il Save the Children Day, con eventi e iniziative dedicati alla promozione del diritto al cibo ed ad una sana alimentazione per tutti i bambini del mondo.

Mi raccomando, “Be the Change” ; passate con la famiglia al Villaggio Save the Children per divenire motori del cambiamento per 3 milioni di bambini che ogni anno muoiono per cause correlate alla malnutrizione e per i 200 milioni che ne soffrono,.

Articolo Sponsorizzato
 

commenti

Girl Gift Template by Ipietoon Blogger Template | Gift Idea - Ospitato da Overblog