................................................................................................................................................................................................................................................... Facebook Google+ Youtube .

2013-10-18T14:26:55+02:00

Fratellini gelosi: prevenire comportamenti scorretti

Pubblicato da Lavia

La gelosia tra fratelli è una triste realtà che molti genitori si trovano ad affrontare; a volte è chiaramente espressa, in altri casi è trattenuta e vede alla luce con piccoli segnali. In tutti i casi, mamma e papà, per quanto si sforzino di essere imparziali hanno spesso la sensazione di non fare le cose a dovere, di sbagliare e si trovano così ad affrontare liti e recriminazioni con accuse, a volte neppure velate, di preferire l’uno piuttosto che l’altro figlio.

Accade così che quando la situazione sfugge di mano, i fratellini arrivino a mettere in atto comportamenti scorretti con dispetti, accuse e piccole liti; prevenirli è importante per evitare di degenerare ma, è necessario prestare attenzione perché questi segnali sono un chiaro richiamo, un modo per i bambini di far notare la loro presenza, reclamare un po’ di attenzione quando si sentono “messi da parte”.

Se sono abbastanza grandi è possibile fare due chiacchere per capire quali sono gli atteggiamenti che fanno sentire in una condizione di inferiorità, che faccia credere di essere meno amato e, da qui, cercare di spiegare invece il nostro punto di vista; se la gelosia è verso un fratellino più piccolo, si potrà cercare di coinvolgere il fratellino o la sorellina maggiore, evitando che si senta tagliato fuori. Potrà aiutare a cambiare il pannolino, facendo da aiutante alla mamma, in questo modo si sentirà anche più grande e responsabile.

Essenziale è poi evitare di fare paragoni che potrebbero accendere gli animi; se un bambino è più collaborativo dell’altro o tende a essere più obbediente, farlo notare al fratellino geloso non potrà che mettere ancor più, quello che viene considerato il cocco di mamma, in cattiva luce. In questo caso si dovrà tentare di spronare semplicemente il bambino fratellino geloso elogiandolo ogni volta che si comporta bene.

E’ importante anche che i genitori cerchino di trovare un po’ di tempo da passare da soli con ogni bambino giocando, leggendo, o semplicemente chiacchierando con lui; questo momento, che dovrebbe essere trovato ogni giorno, deve essere dedicato solo a un bambino per volta perciò l’altro, o gli altri, non devono intromettersi.

Per evitare lo scatenarsi di scenate, i genitori devono cercare di distribuire l’affetto a entrambi senza dare la preferenza a uno dei fratellini e, al presentarsi di una lite, se i bambini non riescono a risolvere da loro le cose, è bene che evitino di intromettersi dando automaticamente la colpa a uno dei due, rafforzando così, nell’accusato, l’idea di non essere benvoluto.

Bisogna anche evitare di obbligare entrambi a condividere i giocattoli se non lo desiderano; quando e se lo vorranno, lo faranno di loro spontanea volontà, in caso contrario lo vivrebbero come una punizione.

In tutti i casi sono da evitare la punizione, fisica soprattutto, la colpevolizzazione e l’umiliazione ma, serviranno tanta pazienza e capacità di ascolto verso un bambino che si sente debole, forse tradito, e non amato dai genitori.

commenti

Letizia 10/22/2013 23:05

Forse l'errore che si commette più spesso è quello di fare paragoni o probabilmente è quello che ricordiamo di più perché fa molto male.

Girl Gift Template by Ipietoon Blogger Template | Gift Idea - Ospitato da Overblog